Boville Marino festeggia il terzo scudetto della sua storia

Dopo aver vinto la semifinale thrilling, ai pallini, contro la Fashion Cattel, la squadra di Arcangeli si è imposta in finale sull’Enrico Millo

 

Il tris è giunto pochi giorni or sono, al Centro Tecnico Federale di Roma.

Per la Boville Marino si è trattato del terzo scudetto della sua storia. “Il quarto, ad essere precisi, se si considera quello giovanile, ottenuto lo scorso anno alla Persicetana”, sottolinea il presidente e allenatore dei romani, Giulio Arcangeli.

Affiliatasi alla Fib nel 1987, la società rappresenta una delle realtà più importanti del Comune di Marino, “con la cui amministrazione coltiviamo da sempre ottimi rapporti”.

Lo squadrone delle meraviglie ha rispettato i pronostici della vigilia delle Final Four. Dopo aver vinto la semifinale thrilling, ai pallini, contro la Fashion Cattel, Boville si è imposta, nella finale, pure sull’Enrico Millo.

“Se mi avessero detto, prima dei tre match point falliti da Signorini, che saremmo approdati in finale, non ci avrei mai creduto. Ciò dimostra che, sul piano dello spettacolo, la formula attuale della Serie A è vincente. In due giorni ci si gioca tutto e a quel punto non conta più quale posto avevi occupato al termine della stagione regolare”, prosegue il patron.

Boville ha vinto i titoli del 2015 e del 2018, “ma quello del 2020 è stato il primo con la formula delle Final Four”. La stagione 2019/2020 si è rivelata particolarmente travagliata a causa della pandemia di coronavirus: “Non è stato automatico riprendere a giocare dopo mesi di inattività”, afferma Arcangeli, che plaude al gruppo.

“Ci siamo posti l’obiettivo di confermare l’intera compagine almeno fino al 2023. Il nuovo arrivato, Luca Santucci, vincitore del suo primo scudetto, si è integrato nell’organico a meraviglia. Insieme a capitan Fabio Palma è stato tra i più incisivi, alle Final Fuor”.

Boville può annoverare, tra le sue fila, atleti di altissimo livello, tra cui spiccano i campionissimi Giuliano Di Nicola (il più titolato, tra loro) e Alfonso Nanni.

“Confidiamo di bissare il successo nel prossimo anno, consapevoli però di dover battere avversari molto competitivi. Inoltre abbiamo avviato progetti con il settore femminile e con quello paraolimpico”, conclude Arcangeli.

Ecco i nomi degli scudettati: Fabio Palma (capitano), Giuliano Di Nicola, Alfonso Nanni, Luca Santucci, Fabrizio Facciolo, Roberto D’Agostino, accompagnati dal dirigente Fabio Roggi e guidati dal tecnico-presidente Giulio Arcangeli.

Articolo di Francesco Servadio

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Condividi

Condividi con chi vuoi!